Le Alzaie del Sile, tra memorie e natura

sile

Le Alzaie del Sile, tra memorie e natura

Luoghi affascinanti che appartengono al Parco Naturale Regionale del Fiume Sile sono le Alazie o Restere.

Sono le antiche strade lungo gli argini del fiume che erano usate dai buoi per trainavano le imbarcazioni commerciali.

Come i burci, barche che trasportavano sementi, ghiaia e altri tipi di merci.
I burci erano costruiti in legno duro perchè resistessero all’umidità e in legno morbido per reggere agli urti.

Alcuni relitti sprofondati e insabbiati, frequentati da uccelli e pesci, si possono vedere nella zona di Casier. Il cosiddetto cimitero dei burci è un esempio unico nel suo genere di archeologia industriale.

E si trovano, sempre lungo il Sile, dove iniziano le passerelle, piccoli ponti costruiti su palafitte.

Un tempo queste grandi barche sostavano in queste zone per caricare o scaricare merci destinate ai mulini e alle manifatture della città.

Lungo gli argini, tra i salici e gli ontani, si possono ancora vedere i ganci dove bloccare i cavalli al porto di Fiera, appena 1km fuori da Treviso.

Ma anche i lavatoi di pietra che servivano alle lavandaie per i panni e i vecchi mulini, nostalgiche memorie di tempi passati.

In questi luoghi trionfa la natura e i suoi protagonisti, come le folaghe e i cigni che si incontrano in questo fantastico ecosistema.

Al Lago Verde, un’ex cava è stata recuperata per offrire spazio dove svolgere attività sportive e  fare una pausa ristoro durante le passeggiate.

Dal porto di Silea, invece, parte la motonave “Silis” che conduce i turisti e i gruppi lungo il Sile, fino a raggiungere Burano e Torcello.  Un viaggio slow immerso nella natura, tra fiume e laguna.

Un altro luogo da visitare è la Casa degli Artisti, un centro culturale che ha recuperato una vecchia porcilaia.

E la passeggiata può proseguire, in relax, alla scoperta del fiume che attraversa Treviso e ne caratterizza il paesaggio circostante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *